Home Page
SS. Messe e Orari
Benedizione case
Vita della Comunità
Chi siamo
Recapiti dove siamo

San Giorgio martire
Sacro Cuore di Gesù
Proposta
Omelie dell'Arciprete CO/GI Proposta
El Campanon

La Storia
I Parroci
L'Arte
L'Organo
Le Campane

Ministri istituiti Ministri straordinari
Ministranti
Cap.Mus. "L. Perosi"
Giovani Cantori
Coretto dei bambini

Consiglio Vicariale
Consiglio Pastorale
Caritas
Comunità Giovanile
Azione Cattolica
Scout "Chirignago 1"
Gruppo Culturale
Galleria "La Piccola"
Amici del Presepio
Teatro Com-Bricola
Carnevale '88
Gruppo Pulizie
Gruppo Anziani

Catechesi
Tre Sere
Redditio Symboli
Esercizi Spirituali
Catechismo Adulti
Gruppi di Ascolto
Rito del Matrimonio

Ordo Virginum
Figlie di S.Giuseppe
Scuola dell'Infanzia
Casa Nazareth
Doposcuola
Centro "Don Orione"
Insieme per Wamba

Sala "San Giorgio"
Sala delle feste
Campeggio
Foto campi scuola
Chirignago dall'alto
Collegamenti utili

Privacy Policy

Locations of visitors to this page

Foto satellitari ed aeree di Chirignago

Da Google Earth (foto satellitari, 22 settembre 2007):


Da Pagine Gialle Visual (foto satellitari, agosto 2006):


Da Bing Maps (foto aeree, febbraio 2006):


Da Google Earth (foto satellitari, 22 agosto 2004):


Da Google Earth (foto satellitari, 6 giugno 2003):


Da Google Earth (foto satellitari, 27 novembre 2000):


Da Atlante Italiano (foto aeree, 9 luglio 1998):


1944 - Foto RAF (Royal Air Force) dei bombardamenti a Chirignago. Sono visibili trincee anticarro


Foto scattate dalla cella campanaria nella primavera del 2005:


Dopo la nevicata del febbraio 1991

 

LE MAPPE

Mappa del Comune Censuario di Chirignago, Distretto II di Mestre, Provincia di Venezia, rettificata nell'anno 1841 (Catasto Austriaco)

Si riconoscono chiaramente:
(A) l'antica chiesa arcipretale della fine del XIV secolo, con altare ad orientem, demolita nel 1878
(B) il sagrato, antico cimitero di Chirignago e piazza del paese, circondato da mura
(C) il nuovo attuale cimitero costruito dopo l'emanazione dell'editto napoleonico di Saint Cloud (1806)
(465) l'antica canonica con le adiacenze
(466) il Palazzo Comunale (municipio)
(468) la villa Curnis Bisacco Palazzi con la barchessa, le adiacenze ed il grandioso parco-giardino
(463) la villa sede della trattoria "Ai Due Amici", oggi snack bar caffetteria
(448) la villa Fabris Favaro con le adiacenze adibite alla lavorazione di piume d'oca e piumini (dal 1796)
(463) la villa Raspi Saccardo con il parco-giardino (449-440), la barchessa e le adiacenze (642)
(446) la villa Zerbo con le adiacenze adibite a fabbrica di scope e spazzole di saggina (dal 1780)
(10) la villa Cosulich con il parco-giardino (11)

Un'immagine satellitare della stessa area, scattata da Google Earth nel 2007

Un'immagine speciale ottenuta sovrapponendo la foto satellitare del 2007 con la mappa del 1841

La mappa del Comune di Chirignago dal Catasto Austriaco (1841) in versione più estesa

Si riconoscono chiaramente:
- il Rio Çimetto che segna il confine con il Comune Censuario di Asseggiano
- la Strada Provinciale 32, Via Miranese "Strada Comunale detta Miranese"
- la Via Oriago "Strada consorziale detta di Oriago"
- la Via del Parroco "Strada Comunale detta delle Cattene" che conduceva al Bosco di Chirignago
- la Via degli Abeti "Strada consorziale detta di Foffano" che conduceva a Villabona
- l'attuale Via dell'Asilo Vecchio
- la "Strada consorziale detta Bettin" corrispondente alle attuali Via del Parroco, Via dell'Edera, Via Anna Marovich e Via Maria Boschetti Alberti
- la "Strada Comunale detta dei Pepoli", a quel tempo unica via di collegamento con Asseggiano, corrispondente in parte all'attuale Via Marziana. Pepoli era il soprannome della famiglia Semenzato che lì possedeva una grande casa colonica.

Un'immagine satellitare della stessa area, scattata da Google Earth nel 2007

Cartografia del bosco di Chirignago
(distrutto durante la Prima Guerra Mondiale per utilizzarne il legname)


1697 Mappa del bosco di Chirignago disegnata a cura del perito Paolo Rossi


1747 Mappa del bosco detto Brombeo eseguita dal Tenente ingegnere Antonio Luchi nell'ambito delle operazioni del catastico condotto dal patron dell'Arsenale e Provveditore Sopra Boschi Carlo Grandenigo


1781 Mappa del territorio eseguita dal perito ingegnere ai Lidi Tomaso Scalfuroto e dagli aiutanti Pietro Battagioli e Antonio Ruggia


1876


1887 - Istituto Geografico Militare