Home Page
SS. Messe e Orari
Benedizione case
Vita della Comunità
Chi siamo
Recapiti dove siamo

San Giorgio martire
Sacro Cuore di Gesù
Proposta
Omelie dell'Arciprete CO/GI Proposta
El Campanon

La Storia
I Parroci
L'Arte
L'Organo
Le Campane

Ministri istituiti Ministri straordinari
Ministranti
Cap.Mus. "L. Perosi"
Giovani Cantori
Coretto dei bambini

Consiglio Vicariale
Consiglio Pastorale
Caritas
Comunità Giovanile
Azione Cattolica
Scout "Chirignago 1"
Gruppo Culturale
Galleria "La Piccola"
Amici del Presepio
Teatro Com-Bricola
Carnevale '88
Gruppo Pulizie
Gruppo Anziani

Catechesi
Tre Sere
Redditio Symboli
Esercizi Spirituali
Catechismo Adulti
Gruppi di Ascolto
Rito del Matrimonio

Ordo Virginum
Figlie di S.Giuseppe
Scuola dell'Infanzia
Casa Nazareth
Doposcuola
Centro "Don Orione"
Insieme per Wamba

Sala "San Giorgio"
Sala delle feste
Campeggio
Foto campi scuola
Chirignago dall'alto
Collegamenti utili

Privacy Policy

Locations of visitors to this page


Il Consiglio Parrocchiale di AC L'Azione Cattolica di Chirignago Documenti
Testimonianze Testimoni

NILA STEFANUZZI
20 maggio 1983 12 luglio 2006

Cara Nila,

noi amici di Azione Cattolica, come fratelli in Cristo e nella comunità, abbiamo pensato fosse doveroso e non solo, anche desiderato col cuore, dedicarti un piccolo spazio perchè la tua vicenda, letta con gli occhi della fede, possa divenire un punto di luce.

Sei stata fra noi con discrezione, con la semplicità preziosa che si addice ai fiori di cui parla il Vangelo: "Osservate come crescono i gigli del campo: non lavorano e non filano. Eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro" (Mt 6,28). Ad una vecchia animatrice come me, capita raramente di incontrare, nei gruppi giovanili, ragazze che sappiano esprimere e interpretare la bellezza in modo tanto naturale e interiore, senza artifici, senza vanità.

Con noi eri di poche parole.
Mi piace pensare che quei tuoi silenzi custodissero la sete dell'infinito e una segreta preghiera. Gesù l'ha detto: "Pregando poi, non sprecate parole come i pagani, i quali credono di venire ascoltati a forza di parole. Non siate dunque come loro, perchè il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno ancor prima che gliele chiediate" (Mt 6, 7-8).
Il senso della vita non è nel clamore, nella capacità di farsi vedere e sentire, per affermarsi a qualsiasi costo.
Ciò che è più piccolo e nascosto, ciò che al mondo sfugge o non interessa, è invece visto dal Padre, che sa darvi il giusto valore.

Non ricordo sia mai venuta da te una protesta, un mugugno. Nei nostri bellissimi ACG (rimasti "storici" per chi vi ha partecipato), e nelle attività durante l'anno lavoravi, giocavi, stavi con le persone, accoglievi tutto quello che veniva proposto con un sorriso, con buona disposizione d'animo, con fiducia di figlia.
In questo tempo di libertà sfrenate, di assenza di limiti, in cui l'uomo si illude di essere assoluto e invincibile, ci hai mostrato che la vita va accolta così com'è, splendente e fragile, esaltante e dura, talvolta incomprensibile. Perdonaci se non siamo stati capaci di starti vicino di più e meglio; se solo ora apriamo gli occhi alla tua testimonianza.

Il Signore non fa nulla per caso: ha voluto chiamarti a Sè proprio alla vigilia della partenza del campo ACG. Quasi a ricordarci che ogni esperienza nella vita deve richiamare, ricollegarsi in qualche modo a Lui per portare frutto; quasi a dirci che è solo apparenza il nostro decidere, il nostro organizzare... perfino i nostri divertimenti e successi.
Il Signore conduce. È il Suo respiro che ci tiene in vita; le Sue mani continuano a modellare pazientemente la nostra argilla ostinata. Mi piace pensare che in te, cara Nila, abbia trovato poca resistenza e la fiducia del bambino che si abbandona.

Affidiamo alla preghiera di Maria - che certamente è stata la prima ad accoglierti nella nuova vita - la consolazione per la tua famiglia e per noi che restiamo con la ferita che la tua morte ha procurato.
Allo stesso tempo però, non possiamo fare a meno di dire "grazie" al Signore della Vita, che ci ha dato la possibilità di conoscerti e di fare un pezzo di strada con te, nella meraviglia di scoprire la bellezza della vita, nella gioia dell'amicizia.
Ciao Nila.

Simonetta Spinola

Le anime dei giusti, invece, sono nelle mani di Dio,
nessun tormento le toccherà.
Agli occhi degli stolti parve che morissero;
la loro fine fu ritenuta una sciagura,
la loro partenza da noi una rovina,
ma essi sono nella pace.
Anche se agli occhi degli uomini subiscono castighi,
la loro speranza è piena di immortalità.
Per una breve pena riceveranno grandi benefici,
perché Dio li ha provati
e li ha trovati degni di sé:
li ha saggiati come oro nel crogiuolo
e li ha graditi come un olocausto.
Nel giorno del loro giudizio risplenderanno;
come scintille nella stoppia, correranno qua e là.

Dal Libro della Sapienza 3, 1-7

 

Alla memoria di Nila la Comunità ha voluto intitolare la sede dell'Azione Cattolica di Chirignago, nel piano inferiore del Centro parrocchiale "Papa Albino Luciani", e "El Campeto", nel Campo Sportivo parrocchiale "San Giorgio". A Nila è stata poi dedicata la pubblicazione AChirignago, una ricerca sull'Azione Cattolica di Chirignago - Venezia dalla fondazione al 1960 (.pdf - 7.5 Mb) pensata e stampata nel XX anniversario della rifondazione dell’AC di Chirignago (1987 – 2007) e nel CCXL dalla nascita dell’Azione Cattolica Italiana (1868 – 2008).